user profile avatar
Cavaliere Nero

Appello del Canale Telegram “Cavaliere Nero” alla stampa italiana: «Non lasciateci soli!»

Redazionale

article photo


APPELLO DEL “CAVALIERE NERO” A TUTTE LE TESTATE GIORNALISTICHE NAZIONALI

Gent.mi Direttori di testata,

il “Cavaliere Nero” ha condotto, in questo ultimo anno e mezzo, una battaglia di legalità all’interno della Massoneria italiana.

Non è stato facile, ed in qualche caso abbiamo dovuto assumerci tutti i rischi di questo enorme carico di responsabilità.

Ci sono stati amici, compagni di viaggio insostituibili, come la piattaforma di giornalismo partecipativo Giornalia e il Blog dell’ex Gran Maestro Giuliano Di Bernardo, ma anche tanti altri contributori di civiltà, senso civico e cultura. Tutti li ringraziamo per l’impegno.

Dal canto nostro, abbiamo sempre operato in piena autonomia.

Sentiamo, tutti insieme, di aver contribuito, in modo decisivo, alla svolta di legalità che la Massoneria italiana ha intrapreso. Una svolta suggellata, in modo democratico, domenica scorsa, con il voto per il rinnovo della Gran Maestranza nel Grande Oriente d’Italia, la più importante e numerosa comunità massonica nazionale.

Tuttavia, sappiamo bene di non essere dei giornalisti di professione, e siamo ben consci del fatto di non possedere quei mezzi che reputiamo necessari a vigilare sulle possibili manovre finalizzate ad annullare questo storico pronunciamento democratico, indirizzato inequivocabilmente al rispetto dello Stato, delle Leggi della Repubblica Italiana e della sua Costituzione antifascista e repubblicana.

Invochiamo, pertanto, il vostro aiuto, gentili Direttori de Il Sole24Ore, La Repubblica, Il Fatto Quotidiano, Il Messaggero, Il Tempo, Il Corriere della Sera, La Stampa, Il Resto del Carlino, La Nazione, La Verità, Il Foglio, Il Mattino, Avvenire, L’Unità, Il Secolo XIX, Domani e Il Manifesto affinché vogliate vigilare, attraverso gli strumenti della stampa libera, affinché non possano essere realizzati potenziali disegni intesi a conculcare ed eludere il libero e democratico pronunciamento di quasi 14000 massoni italiani. I quali, a maggioranza, con il candidato Gran Maestro Leo Taroni e il candidato Grande Oratore Silverio Magno, si sono espressi per sottoscrivere un chiaro e serio impegno con lo Stato, finalizzato ad uscire dalle secche e dalle nebbie del negazionismo, con la ferma condanna del malaffare e dell’eversione. Fenomeni che tanto hanno inciso ed incidono sulla vita democratica del Paese.

Vi chiediamo, quindi, con umiltà e rigore, di non essere lasciati soli: non lasciateci soli in questa battaglia!

Identico appello lo rivolgiamo allo Stato Italiano.

Col triplice fraterno abbraccio,

Il Cavaliere Nero

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

letto 2316 volte • piace a 1 persone0 commenti

I commenti per questo articolo sono disabilitati.
Scrivi anche tu un articolo!

advertising
advertising
advertising