Gianfranco Murtas

 Validato   

  SalutePersonaggi

Tempo di Lettura: < 1 minuto

Auguri fraterni, pieni e forti, padre Salvatore Morittu!

di Gianfranco Murtas


La notizia del ricovero ospedaliero – causa Covid – del nostro padre Salvatore Morittu ha aggiunto in molti che con lui e per la comune missione hanno, lungo molti anni, lavorato con cuore puro e dedizione, sentimenti nuovi ed ulteriori di preoccupazione, forse anche di angoscia: così, certamente, per quanti sono stati e sono colpiti dal malefico virus nell’Isola nostra, e in primo luogo per le vittime perdute ed i loro familiari. 

Mossi dalle migliori attese, speciali impulsi di vicinanza sono, dunque, volti oggi alla sorte di un amico e maestro delle cui energie la vita sociale della Sardegna s’è fin qui servita – e sono già quarant’anni, quindicimila giorni tutti uguali e tutti diversi! – per il recupero faticoso, con incisivi approcci pedagogici, di innumerevoli giovani e giovanissimi, né soltanto di loro.

La vicinanza a lui è piena ed intensa, l’augurio di una rapida e solida ripresa della salute è affettuosamente fraterno, tutto fraterno. E con lui s’indirizza a quant’altri compongono la sua più intima famiglia: i minori osservanti della Regola e le comunità e case di vita di Mondo X Sardegna. 



XXX


La redazione di Giornalia partecipa anch’essa al generale sentimento che, attorno al padre Morittu, vuole materializzare anche il grazie per la sua esemplare ed anticipatrice missione solidaristica ed educativa, avviata a Cagliari nel 1980 e sviluppata poi, con singolare e perdurante efficacia, nel Sassarese. Andrea Giulio Pirastu

 



Fonte: Gianfranco Murtas
RIPRODUZIONE RISERVATA ©



letto 143 volte • piace a 1 persone0 commenti


Devi fare log in per poter commentare.

Scrivi anche tu un articolo!


Articoli Correlati


Il messaggio di inizio anno di Fra Salvatore Morittu
Una lettera commovente indirizzata a tutti noi che abbiamo pregato per la sua guarigione.