Martina Saiu

 Validato   

  Musica e SpettacoloAttualità

Tempo di Lettura: 2 minuti

Jova Beach Party, Olbia si prepara all'evento del 23 luglio

Tra successo e polemiche, Olbia si prepara ad accogliere il Jova Beach Party

Il Jova beach party è un progetto ambizioso, partito da Lignano Sabbiadoro: un vero e proprio esperimento che ha visto protagonista non solo Jovanotti ma un numero infinito di collaboratori oltre a migliaia di spettatori!

Lo scorso 6 luglio si è svolta la data 1 del Jova Beach Party, un test, riuscitissimo in cui il cantante ha organizzato una vera e propria festa in una “città immaginaria” in cui su vari palchi la musica è andata avanti per ore grazie al supporto di molti ospiti che hanno impreziosito il clima festoso. Nella prima tappa si sono riscontrati come è normale che sia, alcuni problemi logistici soprattutto per quanto riguarda l’argomento token e food. Il cantante ha poi commentato spiegando che si sarebbe attivato immediatamente per impedire che disagi di questo tipo capitassero nelle date successive.


 Rimini: un esempio di successo

Il sindaco di Rimini, Andrea Agnassi, ha dichiarato che il Jova Beach party è stato un vero successo che ha trasformato la spiaggia romagnola in una “woodstock nostrana”.  Con la riuscita di questo evento, Rimini si è confermata capitale dell’ospitalità, capace di assorbire e assecondare il divertimento e garantire servizi e sinergia. Il sindaco ha inoltre posto l’accento su chi, a livello locale, continua a ostacolare il divertimento.  Dibattito sicuramente vinto dalle 40 mila persone che hanno affollato la spiaggia di Rimini.


La polemica

Il Jova Beach Party, già da tanti soprannominato l'evento dell'estate, porterà il cantante in numerose spiagge italiane, per poi terminare  con l’ultimo spettacolo in cima alle Dolomiti.

  • Inizialmente lo spettacolo è andato sotto i riflettori per questioni ambientali.
  •  Numerose associazioni ambientaliste hanno infatti accusato Jovanotti di mettere a rischio alcuni luoghi.
  • A loro si è aggiunto lo scalatore Messner che, riguardo il concerto in montagna, si è espresso in termini negativi definendo l’evento un modo per "strumentalizzale e commercializzare la montagna".  
  • Un’altra accusa rivolta al cantante è stata quella di  sfruttare i volontari per farli lavorare negli eventi, ripagandoli solamente con l’ingresso al concerto, un panino e una bottiglia d’acqua.

I guai non sono però finiti, infatti l’evento di Vasto Marina è ora a rischio. Secondo il prefetto di Chieti, infatti, mancherebbero le condizioni di sicurezza per far svolgere il concerto. L’organizzatore del concerto di Jovanotti si è già mosso per risolvere la questione.


Olbia si prepara al party dell'estate

Il concerto di Jovanotti in Sardegna si svolgerà il prossimo 23 luglio nel porto di Olbia, una vera e propria scommessa visto il traffico portuale  di fine luglio. I preparativi per la grande festa sono  a un ottimo punto. Già concluso l’iter per il piano del traffico e quello di sicurezza  con i sopralluoghi effettuati dal Prefetto di Sassari. L’isola Bianca sarà interamente pedonale, gli unici mezzi che la percorreranno saranno i veicoli che sbarcano o che devono imbarcarsi,  oltre a quelli per i disabili e quelli dei soccorsi. 

(foto di copertina dal profilo Facebook ufficiale di Jovanotti)



RIPRODUZIONE RISERVATA ©



letto 166 volte • piace a 1 persone0 commenti


Devi fare log in per poter commentare.

Scrivi anche tu un articolo!