User Avatar
Redazione Giornalia

 Validato   

  Musica e Spettacolo

Tempo di Lettura: 1 minuto

Lo spettacolo Istós incanta il pubblico a Londra

di Stefania Pusceddu


Dopo il successo ottenuto in Germania, al Tak Theater Aufbau Kreuzberg di Berlino lo spettacolo Istós prodotto nell’ambito del progetto Memory Wefts da Teatro Tragodia, l'Effimero Meraviglioso e la ditta Luigi Spano, ha conquistato i londinesi nel al Theatre Peckham. Si chiude così in bellezza il tour internazionale dello spettacolo teatrale evocativo, multidisciplinare, fatto di gesti, danze e di suoni, che narra in chiave allegorica la nascita delle varie tradizioni tessili della Sardegna. Uno scambio di emozioni senza fine che arricchisce ulteriormente il lungo percorso dello spettacolo presentato per la prima volta a Mogoro l’anno scorso e che dopo aver girato in diverse città dell’isola avrà presto nuove tappe: la prossima il 1 marzo a Sanluri

In scena un telaio immaginario, mosso dalle attrici, ma anche strumenti multimediali innovativi, come la penna grafica. Uno spettacolo che unisce tradizione, storia, territorio, cultura e promozione.

Istós, Telaio in lingua greca, si ispira alla leggenda del Cervo in ascolto riportata da Cambosu nella raccolta Miele Amaro. La storia presenta elementi fantastici attraverso i quali si racconta la nascita della tessitura sarda. Il personaggio del cervo, misterioso e ambiguo, presente o evocato, è un elemento cardine per rappresentare quello che in Sardegna si racconta attraverso il carnevale: il legame stretto tra la vita e la morte, eros e thanatos. Lo spettacolo, a volte drammatico, a volte gioioso e fiabesco, altre riflessivo e profondo, racconta attraverso la tessitura il dipanarsi della vita, la costruzione della storia e la tradizione di un popolo. 

Testo Virginia Garau Regia Maria Assunta Calvisi, In scena Rossella Faa, Giulia Giglio, Daniela Melis, Carmen Porcu, Massimo Perra, Musiche Rossella Faa, Percussioni Massimo Perra Penna grafica Carol Rollo Disegno Luci Giuseppe Onnis Costumi Caterina Peddis, Direzione tecnica Luigi Spano

Il tour all'estero fa parte di una serie di azioni del progetto Memory Wefts ideato dall’Ati (Tragodia, Effimero Meraviglioso e ditta Luigi Spano) per la realizzazione dell'importante iniziativa culturale e identitaria, pensata da Ismaele Marongiu e Lara Melis.

Finanziato con il Bando IdentityLAB_2, annualità 2018 “Sostegno finanziario alle imprese operanti nel settore culturale e creativo per lo sviluppo di progetti di internazionalizzazione nei mercati interessati ai beni, servizi e prodotti culturali e creativi della Sardegna” finalizzato all'internazionalizzazione delle piccole e medie imprese del settore culturale delle Sardegna.

Le aziende dell'ATI hanno lavorato con l'obiettivo di promuovere la cultura identitaria della Sardegna e le sue bellezze: in questo caso la tessitura e la sua storia, unica nel Mediterraneo.


Fonte: Stefania Pusceddu
RIPRODUZIONE RISERVATA ©



letto 39 volte • piace a 0 persone0 commenti


Devi fare log in per poter commentare.

Scrivi anche tu un articolo!