User Avatar
Gian Paolo Marcialis

 Validato   

  Storie e RaccontiArteCultura

Tempo di Lettura: < 1 minuto

Salmo di una madre palestinese

poesia

Salmo di una madre palestinese

I potenti giocano con i trattati

e mio figlio muore.

I potenti sprecano parole

e il mio popolo raccatta tra le immondizie.

I potenti tengono dibattiti

e conferenze stampa

in stanze illuminate e fresche

e la mia gente non sa

se domani sorgerà ancora il sole.

I potenti trovano imbarazzo

sulla scelta della cravatta da indossare

e la mia gente non ha un brandello di camicia.

I potenti sprecano

e a noi sono negate le briciole

che pure ci basterebbero.

Alla mia gente

resta solo il pianto

e la sete, terribile,

di giustizia.

Gian Paolo Marcialis



RIPRODUZIONE RISERVATA ©



letto 71 volte • piace a 2 persone0 commenti


Devi fare log in per poter commentare.

Scrivi anche tu un articolo!