User Avatar
Matteo Lai

 Validato   

  Scienza e Tecnologia

Tempo di Lettura: 2 minuti

Torri per Uffici

Le architetture del quartiere di Monreale

Progettisti: Francesco Fanni, Lorenzo Marchetti (Cagliari).

Consulenti sulle strutture: Bogue Babicki associates inc. structural designers, consulting engeneering (Vancouver, Canada).

Committente: Gestioni s.p.a.

Società realizzatrici: G. B. Bosazza, CO.GE.SAR. scral, Tensoteci

Inquadramento generale

Le torri per uffici sono inserite in un più generale contesto, il quartiere di Monreale, insieme a residenze civili e commerciali, centri per i servizi e per lo svago. Il precedente e lo schema della struttura Il riferimento architettonico è il West Coast Transmission Building in Vancouver (British Columbia, Canada) costruito tra il 1968 e 1969. L’edificio si inquadra La ricerca di minimizzare l’impatto visivo dell’opera ha portato all’eliminazione dei tre piani inferiori consentendo così la vista dalla piazza sulle montagne e sull’oceano, consentendo immediatamente la sua caratterizzazione come struttura sospesa. Vancouver è situata in una zona ad elevato rischio sismico, in quest’ottica va visto lo schema strutturale costituito da un nucleo di controvento ad elevata rigidezza al quale sono appese le strutture consentendo una sorta di precompressione del nucleo tutta a vantaggio della stabilità nei confronti delle azioni laterali (stato di sforzo più favorevole ed eliminazione della trazione sul nucleo). Negli edifici alti realizzati convenzionalmente il nucleo è deputato esclusivamente al trasferimento delle forze laterali in fondazione senza alcun contributo verso i carichi verticali. Da ciò discende che il nucleo risenta meno nei confronti delle azioni sismiche e quindi l’intero edificio sia in generale più suscettibile al danneggiamento.


Altri aspetti strutturali di secondo piano sono:

1. l’eliminazione delle colonne incrementa l’efficienza dei piani interrati (adibiti a parcheggio e archivi).

2. Gli elementi di collegamento in acciaio, i cavi, sono tutti tesi; il che consente un utilizzo efficiente ed economico del materiale con una riduzione delle sezioni e l’eliminazione del problema dell’instabilità euleriana al quale sono soggetti gli elementi di acciaio compressi.

Il dettaglio

Il problema tecnico principale è la realizzazione del sistema di ancoraggi e collegamenti dei cavi. Sono utilizzati cavi continui poggiati sulla testata del nucleo (resa convenientemente curva) eliminando il problema tecnico della realizzazione dei punti di ancoraggio. Le travi del solaio sono collegate direttamente ai cavi mediante giunzioni ad attrito (che hanno richiesto una specifica sperimentazione). Per compensare l’effetto dell’allungamento dei cavi le giunzioni sono state individuate previamente per compensare questo effetto, invece per quanto riguarda l’effetto termico si è considerato il cavo inserito all’interno della struttura (il cui interno è tenuto ad una temperatura controllata). Le strutture di acciaio sono soggetto a una adeguata protezione d’incendio; le travi sono state protette mediante applicazione spray di intonaco alleggerito antincendio (“Monokote”).


La realizzazione

Le fasi di realizzazione sono articolate in:

1. getto continuo del calcestruzzo per la realizzazione del nucleo (della durata di venti giorni).

2. Realizzazione delle travi principali e posizionamento dei cavi.

3. Realizzazione dei solai (uno al giorno). Architettura Il sistema di sospensione ha consentito di creare dei piani open space di 19x19 m. I prospetti sono stati realizzati con uno schema modulare basato sulla forma quadrata dei pannelli a specchio (che riflettono l’architettura contermine). Ognuna delle singole torri è individuata dal colore della finitura del nucleo di controvento a vista. La forma particolare dell’elemento terminale è dovuta alla necessità urbanistica di svuotare le parti non strutturali.


Bibliografia:

1. Babicki B, Cable support office building. Civil engineering ASCE, Ottobre 1971.

2. Babicki B., Westcoast building cable suspended structures Vancouver, B.C. IABSE congress report.

3. Hrennikoff A., Agrawal K.M., Mathew C.I. Alternative analysis of stress and frequency of structures of type of West Coast Transmission Bulding in Vancouver, B.C. Canada. IABSE congress report.

4. Loddo G., Guida all’architettura contemporanea di Cagliari, Coedisar.

5. Caleca, Architettura tecnica.


RIPRODUZIONE RISERVATA ©



letto 116 volte • piace a 4 persone0 commenti


Devi fare log in per poter commentare.

Scrivi anche tu un articolo!