User Avatar
Redazione

 Validato   

  PersonaggiCronacaCultura

Tempo di Lettura: < 1 minuto

La targa di Francesco Ciusa rimossa dalla facciata della chiesa di Santu Caralu a Nuoro, la protesta di Annico Pau

Redazionale


Nel 1988 le spoglie del grande scultore nuorese Francesco Ciusa, deceduto a Cagliari nel febbraio 1949, furono traslate nella città natale ed accolte, con grande solennità anche religiosa, nella antica chiesa di Santu Caralu, nel quartiere di San Pietro (lo stesso della Deledda e di tanti altri che hanno onorato Nuoro agli occhi del mondo).

Una targa indicava ai nuoresi stessi e soprattutto ai turisti la straordinarietà del luogo, ma essa è stata rimossa, mentre la porta della chiesa risulta sempre sbarrata.

Di tanto fa denuncia al sindaco di Nuoro uno dei suoi più illustri predecessori, il repubblicano prof. Annico Pau, con la lettera che qui appresso riportiamo, auspicando un pronto superamento delle difficoltà a monte di rimozioni e ingressi preclusi.





Fonte: Annico Pau - redazionale
RIPRODUZIONE RISERVATA ©



letto 72 volte • piace a 1 persone0 commenti


Devi fare log in per poter commentare.

Scrivi anche tu un articolo!


Articoli Correlati


Nel “XX Settembre” nuorese il ricordo di Pietro Mastino, a cinquant’anni dalla morte
di Gianfranco Murtas


Settant’anni fa il mesto congedo di Francesco Ciusa, l’artista e il massone
«Nel bacio del Signore» si spegneva settant’anni fa, all’ospedale civile di Cagliari, Francesco Ciusa, il grande artista, il maggiore degli scultori sardi del Novecento.