User Avatar
Redazione Giornalia

 Validato   

  PoliticaStorie e RaccontiMondo

Tempo di Lettura: < 1 minuto

Ricordando Sacco e Vanzetti: due innocenti condannati a morte

Il 23 agosto di 92 anni fa, la morte di due innocenti: Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti. Vittime di un tragico errore giudiziario

Il 23 agosto del 1927, Sacco e Vanzetti, furono uccisi sulla sedia elettrica negli USA: fu una condanna che cambiò la storia.

Gli emigrati anarchici italiani Sacco e Vanzetti, furono accusati ingiustamente di una rapina,  processati e uccisi negli Stati Uniti d'America - precisamente a Charlestown - in un clima piuttosto xenofobo, soprattutto nei confronti degli italiani.

I funerali furono seguiti da 400.000 persone che portavano un bracciale dove vi era scritto: «La giustizia è stata crocefissa. Ricordatevi del 23 agosto 1927».

Ma solo nel 1977 il governatore del Massachusetts, Michael Dukakis, ammise ufficialmente l’errore giudiziario e riabilitò la memoria delle due povere vittime uccise ingiustamente.

Entrambi divennero così il simbolo dell’ingiustizia contro le proteste sociali: ogni anno il 23 agosto, dal 1945 a oggi i quotidiani italiani ricordano questo caso fonte di discussioni e dibattiti.

Una vicenda limite che ci ricorda quanto importante sia non farsi influenzare e trascinare dagli stereotipi, spesso falsi o eccessivi, nella speranza di una "vera" giustizia.


RIPRODUZIONE RISERVATA ©



letto 117 volte • piace a 0 persone0 commenti


Devi fare log in per poter commentare.

Scrivi anche tu un articolo!